martedì 6 giugno 2017

L'ASSILLANTE AVVERTIMENTO!



In ogni dove nel mondo si sente il bisogno di ricevere un avvertimento, che avverta l'uomo di quando deve venire, ma l'uomo non si accorge che di avvertimenti ne ha ricevuti molti, di profezie antiche e moderne e massaggi ne è piena la rete, il mondo pullula di parole di Cristo e di Sua Madre Maria , eppure siamo in costante attesa di un super avvertimento, avverrà? 

Gli esseri umani non hanno ancora inteso che tutte le profezie date all'uomo fin'ora sono un avvertimento, non è che il Signore debba dirci ancora qualcosa in più, visto che tutto Egli ha rivelato mediante l'Apocalisse, altre parti dell'antico testamento e talune profezie del passato o presente passato. Per cui questa attesa potrebbe risultare disattesa, il mistero sta anche di questo, nelle parole dell'apocalisse, " il Signore ha messo in cuore che il regno venga consegnato alla bestia" questo significa che se ci sarà un avvertimento, esso avverrà quando la bestia si presenterà, perchè tutto dipende dal contenuto e dalle finalità dell'avvertimento stesso.
Solo l'uomo di poca fede ha bisogno di essere avvertito, ha bisogno di essere scosso, ha bisogno di qualcosa in più per credere, ma l'uomo ha già ricevuto moltissimi avvertimenti, perchè dovrebbe riceverne ancora, se esso ha vera fede in Dio! a quale scopo avvertire il mondo? Per salvare la propria vita o le proprie ricchezze? Cristo disse: "verrò come un ladro" ciò significa che non avvertirà proprio nessuno del Suo ritorno. Egli tornerà all'improvviso quando meno l'uomo se l'aspetta, quando tutto sarà nella mani di satana, quando il mondo cadrà in adorazione del maligno, quello sarà tempo in cui Cristo tornerà. Altrimenti perchè avvertire? Se lo scopo finale è provare, testare, e vedere chi regge fino alla fine? 

Gli avvertimenti l'uomo gli ha sempre avuti, solo che gli ha sempre rigettati. Se l'uomo attende l'avvertimento per decidere di cambiare vita, gli dico questo, quell'uomo non è degno di essere figlio di Dio. Cristo salverà chi avrà perseverato, nella sua volontà!
Non vivete in attesa dell'avvertimento perchè non vivrete, getterete via una vita, in attesa di qualcosa che potrebbe non venire mai. Attenzione che potrebbe essere pure questa una prova. 
Quando il mondo sarà stanco di attendere perderà la fede, allora sarà imminente la sua fine. Invece di attendere un avvertimento, fate la volontà di Cristo in umiltà, carità e verità, altro il Signore non vuole dall'uomo. L'avvertimento serve solo a coloro che non hanno fede.  Al Signore non gli interessa salvare la vostra ricchezza, ne i vostri beni terreni, ne le vostre fatiche, ne quanti libri avete scritto, ne quanti soldi avete accumulato, ne se vivete in una reggia, ne se siete possessori di banche o nazioni, ne se siete vescovi o pontefici, al Signore interessa solo se fate la sua volontà e e spargete la sua legge,  questo è quello che si aspetta il Signore da tutti noi, tutto il resto appartiene al principe di questo mondo, Satana. 


lunedì 5 giugno 2017

LUCIFERO- SATANA

CHI ERA VERAMENTE?



Vorrei fare un po di chiarezza, in tanta confusione.

Iniziamo la nostra cronistoria molto addietro nel tempo, al tempo di Isaia riportando le sue parole e analizzando cosa dice il testo Biblico, in merito al passo.


Isaia 14,12-14
  • 12 Come mai sei caduto dal cielo,
    Lucifero, figlio dell'aurora?
    Come mai sei stato steso a terra,
    signore di popoli?
    13 Eppure tu pensavi:
    Salirò in cielo,
    sulle stelle di Dio
    innalzerò il trono,
    dimorerò sul monte dell'assemblea,
    nelle parti più remote del settentrione.
    14 Salirò sulle regioni superiori delle nubi,
    mi farò uguale all'Altissimo.


Prima di tutto cerchiamo di capire a chi si riferiva Isaia con queste parole.


"Come mai sei caduto dal cielo, o Lucifero, figlio dell'aurora? Come mai sei stato gettato a terra, tu che atterravi le nazioni?
Se leggiamo il testo per quello che racconta e descrive, esso parla non di un angelo precipitato dal Cielo, ma bensì del re di Babilonia, il riferimento era a lui, viene definito con il termine Lucifero. Nel mondo pagano di quei tempi, la parola Lucifero aveva tutt'altro senso rispetto a quello che poi nel loro futuro prese.


Ma quale significato possedeva realmente, Lucifero?
Al tempo di Isaia, Lucifero era un parola e non un nome proprio, che descriveva qualcosa di molto bello, di splendente, che brillava, come dire colui che doveva essere lodato, questo era il senso reale della parola, che deriva dall'ebraico “essere lodato” e dato che in Ebraico le vocali non ci sono, l’esatta lettura vocalica non si conosce, ma si presume che sia “heylel" o "helel" oppure "hilel". Inoltre anticamente non vi era la conoscenza di molte parole come oggi per descrivere vari concetti diversi, per cui si usavano le stesse parole con diverse forme, per esempio si sa che l’uso della parola stella o stelle, serviva per indicare un potere o fama, cioè per indicare chi sedeva in alto, cioè i re i principi, ecc, come le stelle del cielo si trovano in alto, così venivano visti i potenti del mondo e chi aveva potere in se, veniva paragonato alle stelle, possiamo dire che molti termini per uso umano, prendevano origine dalla posizione che avevano gli astri  nel cielo e le realtà terrene.

Anche l’uso di altri termini di tipo terrestre o astronomico servivano per descrivere certe situazioni, per esempio cielo e l’aurora potevano essere usate per descrivere i potenti , visto che il cielo si trova in alto e l’aurora è indice di principio del giorno o di qualcosa di bello di luminoso, colorato.

Per cui la frase poteva essere letta in questo modo:
"Come mai sei caduto dalla tua pozione posta in alto(cielo)o splendente(Lucifero), figlio del tuo potere (dell'aurora)?" 
“Come mai sei stato gettato a terra, tu che hai sconfitto(atterravi) tante nazioni?"

Per cui la parola Lucifero ai tempi di Isaia, era considerata un termine per indicare il potere regale, di un re, non aveva nessuna connotazione negativa, ne maligna.


Quando la parola Lucifero prende il senso che ha tutt'oggi?


Ha iniziato con il greco"Eosphoros" = ἑωσφόρος per Lucifero, che in greco significa "portatore dell'alba" ed era anche il nome del pianeta Venere a quei tempi.


Poi però con le invasioni romane, la parola prende il senso di “Lucem Ferre” che significa potatore di Luce, cioè Lucifero e ha preso totalmente la valenza negativa, cioè maligna, ancora una volta associato al pianeta Venere.
Per altro faccio notare una cosa, in tutta la Bibbia la Parola Lucifero è presente solo nel testo di Isaia, per cui non era importante questo termine Lucifero, se fosse stata una parola importante da ricordate, sarebbe stata ripetuta molto volte all'interno dei libri Biblici, come vediamo era tradizione fare, e come si nota in tutto il testo della Bibbia è pieno di parole ripetute all'inverosimile.


Inoltre il pianeta Venere è era considerato la stella del Mattino che della sera, perché la troviamo sia all'alba che al tramonto.


Gli scrittori quando dovevano scrivere in riferimento al pianeta Venere usavano il nome Lucifero, non Venere.
Quindi in definitiva si comprende che il Re di Babilonia vestiva con vesti d’oro le quali spendevano, e veniva paragonato all'aurora, da qui il nome Lucifero. In Pratica Dio, fa una domanda ironica e retorica al re di babilonia, e gli dice: “ come hai fatto tu a cadere dalla tua posizione di potere, tu che ti ammantavi di splendore e avevi una grande fama, di colui che dominava sulle nazioni?" Come dire da tanto potere e ricchezza ti sei ridotto al nulla. Ma in quel tempo questa parola Lucifero non aveva affatto il senso che dopo un certo periodo essa ha preso e che ancora oggi ha.


Quindi possiamo capire che il termine Lucifero come demone angelico, non è nato nell'antico testo originale della Bibbia ma successivamente con le varie interpretazioni dal greco e poi in Latino, ha preso una connotazione negativa, come entità Maligna.

Isaia: 14,13 Eppure tu pensavi:

Salirò in cielo,
sulle stelle di Dio
innalzerò il trono,
dimorerò sul monte dell'assemblea,
nelle parti più remote del settentrione.
14 Salirò sulle regioni superiori delle nubi,
mi farò uguale all'Altissimo.





Quindi qui si comprende che il Re babilonese, pensava in cuor suo di potersi ergere sopra Dio, di poter salire sulle vette del cielo, e poter dominare Dio stesso, questo era il senso reale della storia, non parlava di Lucifero come noi lo intendiamo. Questo termine, lucifero era in realtà un modo di dire terreno per indicare un uomo di grandissimo potere tra gli uomini, ecco lucifero a quei tempi era considerato un termine di paragone per indicare la potenza di uomo. 



La stella del mattino?


Molti di proposito voglio far credere che Lucifero e Gesù siano la stessa persona, assolutamente falso è una bestemmia.

Venere nelle culture pagane era considerato la stella del mattino, ma non in Israele, non presso la religione Ebraica, che riteneva con il termine stelle del mattino, e non stella del mattino la costellazione delle Pleiadi, e quella di Orione, come descritto anche in Giobbe, 38,7 ; 38,31; che il loro apparire indicava il tempo della germinazione delle piante cioè la Primavera e Orione invece era il tempo della quiescenza delle piante, in pratica l’autunno. Ovviamente dato che tutto rientrava nella logica divina, anche le stelle e le costellazione rientravano nel piano di Dio verso il popolo d’Israele.


Da questo si capisce perché Gesù si definisce stella del mattino, per un motivo molto semplice, si paragona ad una delle stelle della costellazione delle Pleiadi o di Orione. Apocalisse 22,16 "...Io, Gesù, sono la Radice e la progenie di Davide, la lucente stella del mattino." Gesù non è di cultura Latina, ne Greca, ma di cultura e religione Ebraica per cui si rifà all'ebraismo, infatti dice”io non sono venuto a cambiare la legge e i profeti” questa affermazione dimostra che Egli parlava in seno all'Ebraismo con quella mentalità, con quella cultura, per cui la sua stella radiosa del Mattina erano le Pleiadi o Orione. Ma non solo, quando in apocalisse 2,26-28 promette la stella del mattino, sta ad indicare che promette la vita eterna, dato che le Pleiadi sono stelle eterne rispetto alla vita terrena, quindi ha un riferimento celeste la questione, sempre un paragone.

Quindi non centra proprio  nulla Venere. Il fraintendimento di Venere è nato in seno alla cultura pagana Latina, che conosceva solo una stella del Mattino Venere, cioè Lucifero.


Quello che è pazzesco, che la Chiesa sapendo la Verità abbia voluto tenere l’errata interpretazione per opporsi al senso vero del testo Ebraico, così facendo hanno voluto vedere Cristo come Lucifero, se in questo non c’è satana e la sua opera massonica dietro a tutto ciò, per insegnare alle genti una falsa verità.


Quindi potremo dire questo, che esiste un Lucifero Biblico che non è maligno ma solo una parola che simboleggiava e rappresentava il senso di altre, come lo splendente, colui che brilla, colui che viene lodato, serviva solo per rappresentare un soggetto potente e ricco, un nobile o un re. Mentre Lucifero nella religione pagana e poi cristiana che è diventato il principe maligno, l’angelo decaduto o lo Spirito di Sanata, legato al simbolismo pagano degli dei egizi, greci, romani, legati al culto del pianeta venere.


Quindi oggi quando si parla di Lucifero ci si riferisce a Satana stesso, ma è abominevole confonderlo con Gesù il Figlio di Dio. E molto più abominevole omaggiare la parola Lucifero in una messa, e fingere che rappresenti Cristo quando sanno benissimo che non lo rappresenta affatto ed anzi in seno alla cultura pagana romana-latina-greca rappresenta il pianeta Venere e la dea relativa, quindi realmente ad un Demone cioè Lucifero=Satana. E' un modo per dare onore a Satana, se nella cultura Ebrea, dire lucifero aveva il senso, do dare onore ad un uomo  che veniva lodato, nella cultura cristiana prende valore negativo, dato che Lucifero è legato con Venere ed è sempre stato considerato come satana stesso, anche negli esorcismi, quando si chiede al demonio se esso è lucifero ti risponde che quello è uno dei nomi che gli uomini gli hanno attribuito, per cui onorare lucifero in una messa cristiana, significa onorare satana. 


Satana qual’è il suo vero aspetto?




Secoli e secoli, di dottrina e di uomini hanno rappresentato satana come un semi uomo, con corna, coda, zoccoli e pelliccia dalle forme raccapriccianti, ma sarà veramente così?

No, satana non ha nessuna di queste caratteristiche, esse sono state ideate nel corso dei secoli, per incutere nell'uomo paura e terrore, per far insorgere un senso di repulsione come se la sua presenza non fosse abbastanza irritante e ripugnante egualmente, per cui hanno attribuito nell'immaginario migliaia di forme e Lui si è adattato alle nostre fantasie e pensieri, ci ha presi in giro, secondo come lo volevamo vedere, ci ha accontentato. Satana o Lucifero è un essere angelico simile a noi, salvo il fatto aver un paio di ali, come i suoi fratelli Angeli Celesti, poi il corso dei secoli, l’immaginazione degli uomini hanno fatto il resto. Sappiamo solo che era l’angelo più bello e importante, colui che aveva un potere veramente grande. Però questa parola o termine non è il suo nome lo si comprende dalla parola stessa Satana che in ebraico “ha-satan” che significa nemico, oppositore, avversario, per cui non può essere il nome proprio di questo essere, invece il termine Satana ha un altro senso, è un titolo gerarchico che indica una posizione come dire Generale o Ambasciatore oppure Principe, ma non è il nome proprio di costui.

In alcuni esorcismi, Satana, dice che gli uomini gli hanno attribuito tanti nomi, tra cui anche Lucifero, Belzebù, Ba-al, il serpente, il drago, ecc. questo fa capire che fu l’uomo nel corso dei millenni ad attribuirgli un nome diverso a seconda dei popoli e della motivazioni, ma il suo soprannome era sempre Satana cioè l’oppositore, l’avversario, il nemico. Possiamo quindi dire che chiunque si oppone alla volontà di Dio è un satana, ecco che le parole di Gesù verso Pietro, si spiegano: “via da Me satana!” qui Gesù offeso dal pensiero e dal comportamento di Pietro lo caccia come un satana, non gli dice tu sei condotto da uno spirito Maligno, ma gli dice solo che in quel momento egli Pietro ebbe pensieri in opposizione a Cristo e alla sua volontà. Fa anche capire che Pietro, alle volte non parlava da Dio, ma era ad esso opposto.


Quindi il regno di satana dove si trova?

Sta ovunque, e dovunque ci sia contrarietà rispetto a Gesù il Cristo di Dio , cioè dentro e fuori l’uomo, non ha solo un regno spirituale, ma anche uno materiale che è la terra stessa, come disse appunto "Yĕhowshuwa`" il figlio di Dio: “ Satana è il principe di questo mondo” cioè colui che lo domina, colui che lo controlla e gli uomini che si adeguano al suo potere sono figli suoi. In pratica anche in questo caso il termine satana è sia un essere spirituale, che un termine per indicare l’avversario, l’oppositore, il ribelle, il nemico di Dio, chiunque non fa l’opera salvifica di Dio e non attua la sua legge, come Egli-Dio l’ha lasciata al mondo, verrà chiamato satana.

Ricordo che il serpente che si aggirava per il fogliame dell’Eden come ho già scritto, non satana, ma un altro demone.

Quindi in conclusione, per non essere chiamati da Dio; Satana, bisogna solo fare la sua legge e attuare la sua verità esattamente come "Yĕhowshuwa`",  l’ha spiegata ampliata e specificata, allora saremo nella verità e nessuno ci potrà dire che siamo dei Satana o dei Lucifero. Ma che sia la salvezza di Yahwe, cioè colui che salva, cioè figli di Gesù, Christos o Messia.

Ricordatevi coloro che si oppongono a Dio sono satana.
Coloro che amano Dio, il Figlio suo Cristo Gesù, lo Spirito Santo, l'Immacolata Madre Sua e tutto il regno eterno, sono figli di Dio.


Ma cosa vuol dire Amare Dio?


Significa fare esattamente la sua volontà, cioè attuare la sua legge come Egli l’ha lasciata, così come Egli l’ha scritta, senza alcuna storpiatura, ne omissione, allora sarete e siete figli di Dio, questa è la Verità!


Giovanni 14:10 "Non credi che Io sono nel Padre e che il Padre e` in Me? Le parole che Io vi dico, non le dico da Me stesso. Il Padre che dimora in Me e` Colui che fa le opere." 


Giovanni 12:49-50 "Perché Io non ho parlato da Me stesso, ma il Padre stesso Mi ha mandato e Mi ha comandato ciò che Io devo dire ed annunziare. Ed Io so che il suo comandamento e` vita eterna; le cose dunque che Io dico le dico cosi` come il Padre Me le ha dette." 

Giovanni 14:6 "Gesù` gli disse: 'Io sono la Via, la Verità` e la Vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di Me'." 


Atti 1:8 "Ma voi riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi, e mi sarete testimoni in Gerusalemme e in tutta la Giudea, in Samaria e fino all'estremità` della terra." 


Quando vi e` il pentimento dei peccati, si riceve il dono dello Spirito Santo. 


1 Giovanni 4:6 "Noi siamo da Dio; chi conosce Dio ci ascolta; chi non e` da Dio non ci ascolta; da questo riconosciamo lo Spirito della Verità e lo spirito dell'errore."

venerdì 2 giugno 2017

i tempi odierni secondo La salette.



Quel segreto rivelato dalla Madonna che sarebbe dovuto essere pubblicato nel 1858


"Melania, quello che sto per dirti ora non sarà sempre un segreto: lo puoi pubblicare nel 1858."


18. Nell'anno 1865, l'abominazione sarà vista nei luoghi santi; nei conventi, i fiori della Chiesa diverranno putridi e il diavolo si stabilirà come re di tutti i cuori. Coloro che sono a capo di comunità religiose stiano in guardia con le persone che devono ricevere, perché il diavolo userà tutta la sua malizia per introdurre negli Ordini religiosi persone date al peccato, giacché disordini e amore ai piaceri carnali saranno sparsi su tutta la terra.



Come ben si capisci tutto è iniziato ben più in là del tempo presente, 1865 già vi era l'abominazione, il demonio aveva già preso i cuori sia del clero che del popolo, che si davano ai piaceri del corpo.




19. La Francia, l'Italia, la Spagna e l'Inghilterra saranno in guerra; sangue scorrerà per le strade; il francese combatterà col francese, l'italiano con l'italiano; poi ci sarà una guerra generale che sarà spaventosa. Per un po' Dio non si ricorderà più della Francia e dell'Italia, perché il Vangelo di Gesù Cristo non è più conosciuto. I malvagi sguinzaglieranno tutta la loro malizia; persino nelle case ci saranno omicidi e mutui massacri.


qui pare che parli della prima guerra mondiale.



20. Con il primo fulmineo colpo della sua spada, le montagne e tutta la natura tremeranno di spavento, perché i disordini e i crimini degli uomini stanno squarciando la volta dei cieli. Parigi sarà bruciata e Marsiglia inghiottita; numerose grandi città saranno scosse e inghiottite dai terremoti; tutto sembrerà perduto; si vedranno solo assassinii; si udranno strepito di armi e bestemmie. 


I giusti soffriranno molto; le loro preghiere, la loro penitenza e le loro lacrime saliranno fino al Cielo e tutto il popolo di Dio chiederà perdono e misericordia e chiederà il mio aiuto ed intercessione. Allora Gesù Cristo, per un atto della sua giustizia e per la sua grande misericordia verso i giusti, comanderà ai suoi angeli di mettere a morte tutti i suoi nemici.

In un colpo i persecutori della Chiesa di Gesù Cristo e tutti gli uomini dediti al peccato periranno e la terra diventerà come un deserto. 


Poi, ci sarà la pace, la riconciliazione di Dio con gli uomini; Gesù Cristo sarà servito, adorato e glorificato; la carità fiorirà ovunque. I nuovi re saranno il braccio destro della Santa Chiesa, che sarà forte, umile, pia, povera, zelante, imitante le virtù di Gesù Cristo. Il Vangelo sarà predicato ovunque e gli uomini faranno grandi passi nella fede, perché ci sarà unità tra gli operai di Gesù Cristo e gli uomini vivranno nel timor di Dio.



 il discorso dei re che saranno sostenitori della fede, mi pare se non sbaglio che a termine della seconda guerra mondiale molti monarchi erano assistiti dalla chiesa cattolica e la sostenevano.



Il discorso del vangelo che sarà predicato ovunque mi fa pensare al tempo attuale, perchè effettivamente il vangelo è stato portato in tutto il mondo e stato fatto conoscere in ogni dove, mentre ancora nel 1860 non era così, molti paesi non lo conoscevano, specialmente l'oriente medio-oriente.




21. Ma questa pace tra gli uomini non durerà molto: 25 anni di raccolti abbondanti faranno dimenticare loro che i peccati degli uomini sono la causa di tutti i guai che capitano sulla terra.



poi afferma che questa pace avrà breve vita, di soli 25 anni. ammettiamo che inizi a termine delle seconda guerra mondiale nel 1945+25= 1970. 


22. Un precursore dell'Anticristo, con le sue milizie prese da molte nazioni, muoverà guerra contro il vero Cristo, il solo Salvatore del mondo; egli spargerà molto sangue e cercherà di annullare il culto di Dio per essere considerato come un Dio.


Ora il precursore dell'anticristo per operare deve aver avuto molto tempo, quindi non sarà sorto subito, ma dopo un certo periodo di tempo, nel frattempo si è preparato il terreno fertile e trasformata la società.



23. La terra sarà colpita da castighi di ogni genere [oltre alla peste e alla carestia, che saranno diffuse: ci saranno guerre fino all'ultima guerra, che sarà poi mossa dai dieci re dell'Anticristo, re che avranno un disegno comune e saranno gli unici governanti del mondo. 

In questo si capisce che è come ho detto, un graduale e progressivo distruzione di tutto, con molte guerre, malattie, carestie, ecc, fino all'ultima guerra, che sarà poi condotta dai 10 re dell'anticristo, parla di unici governanti del mondo, come dire che tutta la ricchezza sarà nella loro mani, è l'intento di questi anni, concentrare la ricchezza del mondo in poche mani.

Prima che questo accada, ci sarà una specie di falsa pace nel mondo: la gente penserà solo a divertirsi; i malvagi si lasceranno andare a ogni sorta di peccato; ma i figli della Santa Chiesa, i figli della vera fede, i veri miei imitatori, cresceranno nell'amore di Dio e nelle virtù a me più care.

Però dice che prima che venga il distruttore quello vero, cioè l'anticristo ci sarà una falsa pace, sicuramente si parla della pace tra Palestina e Israele che metterà tranquilli per un po, un pò tutti. in questo brevissimo lasso di tempo da un lato i cattivi saranno ancora più cattivi e buoni si dedicheranno ancora di più a Dio. 

Felici le anime umili guidate dallo Spirito Santo! Io combatterò con loro fino a che essi raggiungeranno la pienezza della maturità.


Qui il combattere è inteso in senso duale, cioè sia reale che di esaltazione delle fede, contro la carnalità umana, quindi contro il peccato. 


24. La natura implora vendetta a causa degli uomini e trema di spavento, aspettando quello che deve accadere alla terra macchiata di crimini.



Qui si comprende che la natura, cioè il mondo continua a tremare, quindi terremoti di preparazione.

25. Trema, terra, e tu che professi di servire Gesù Cristo, mentre interiormente tu adori te stesso, trema! Perché Dio ti consegnerà al suo nemico, perché i luoghi santi sono in uno stato di corruzione; molti conventi non sono più le case di Dio, ma pascoli per Asmodeo e la sua gente.



Interessante il passo, perchè dice, che molti che si fanno passare per ottimi credenti adoratori di Dio, in realtà è solo una facciata, per continuare a ottenere i favori del mondo, danaro, ricchezze, lusso, fama, ecc.
Costoro saranno smascherati e consegnati al nemico, perchè i luoghi considerati santi, e qui può esserci un allusioni,  a dei luoghi specifici, sono in realtà luoghi di corruzione, sede del maligno, e luoghi dove Asmodeo regna, ricordo che questo è il demone della lussuria, parla di conventi e vediamo oggi cosa sta accadendo .




26. Sarà in questo periodo che l'Anticristo nascerà da una monaca ebrea, una falsa vergine che sarà in comunicazione con l'antico serpente, maestro d'impurità; suo padre sarà un vescovo [in francese: Ev.] alla nascita vomiterà bestemmie, avrà denti; in una parola, questo sarà il demonio incarnato: emetterà grida terrificanti. farà prodigi, vivrà di impurità.

In questo lasso di tempo dopo il 1970, ci sarà un proliferare di luoghi santi, e un proliferare di falsi adoratori di Cristo, pare che parli di profeti, in questo lasso di tempo nascerà quindi dopo 1970 l'anticristo, come descritto. 


Egli avrà fratelli che, benché non demoni incarnati come lui, saranno figli del male; all'età di dodici anni saranno notati per le prodi vittorie che otterranno; presto essi saranno ognuno a capo di eserciti, assistiti da legioni dell'inferno.

Questo è interessante il discorso delle vittorie che otterranno pare che parli di comandanti di eserciti o di truppe medio-orientali, più che eserciti occidentali, da la sensazione di appartenenti all'isis o a qualcosa del genere.



27. Le stagioni cambieranno, la terra produrrà solo frutti cattivi: i corpi celesti perderanno la regolarità dei loro movimenti: la luna rifletterà solo una tenue luce rossastra; l'acqua ed il fuoco determineranno moti sconvolgenti alla sfera della terra, facendo inghiottire montagne e città; ecc.





 




Gli eventi della luna rossa ve ne sono stati diversi. A Pasqua 2014 si è verificata la prima eclissi lunare, prima di una tetrade, ovvero di una sequenza di quattro eclissi lunari molto ravvicinate e che, straordinariamente, avranno luogo tutte in corrispondenza di importanti feste ebraiche.
Negli ultimi 500 anni questo fenomeno è avvenuto solo tre volte.

Nel 1492 i sovrani spagnoli Ferdinando ed Isabella firmarono un editto per l’espulsione di tutti gli Ebrei dalla Spagna. 
Non vi furono poi per molti secoli eclissi corrispondenti a festività ebraiche rilevanti, ma nel ventesimo secolo se ne verificarono altre due coincidenti con la Pasqua e la Festa delle Capanne (e una terza è in corso d’opera).

La prima fu nel 1949-1950, in un periodo fondamentale per gli ebrei, dopo la fondazione dello Stato di Israele (1948) e la Guerra di Indipendenza (1948-1949); dopo tali eventi vi fu un lungo periodo di restaurazione e di approdo di ebrei provenienti da tutto il mondo nel nuovo Stato.

Nel 1967-1968 se ne verificò un’altra sempre in corrispondenza della Pasqua e della Festa delle Capanne.

Nel 1967 Gerusalemme era in stato riunificazione, nel bel mezzo di un conflitto (guerra dei sei giorni) che si prospettava svantaggioso per Israele, ma al termine del quale molti territori vennero annessi allo Stato ebraico; dopo diciannove secoli, Gerusalemme veniva restituita agli ebrei. 

Il 15 Aprile 2014, in coincidenza con la Pasqua ebraica, vi è stata la prima luna rossa. 
L’8 ottobre, alla vigilia della Festa delle Capanne, vi è stata la seconda. 
Il 4 Aprile 2015, in corrispondenza della Pasqua ebraica, vi sarà la terza, 
il 28 Settembre 2015 (primo giorno della Festa delle Capanne). 

 Le ultime lune rosse, infatti, segneranno anche gli ultimi tempi.


28. Roma perderà la fede e diverrà la sede dell'Anticristo.


29. I demoni dell'aria, insieme all'Anticristo, opereranno grandi prodigi sulla terra e nell'aria, e gli uomini diverranno ancora più pervertiti: Dio avrà cura dei suoi servi fedeli e degli uomini di buona volontà: il Vangelo sarà predicato dovunque; tutti i popoli e tutte le nazioni conosceranno la verità.




Il vangelo sarà predicato ovunque, qual'è il mezzo per il quale si porterà il Vangelo della Verità se non internet!!!  Parla del Vangelo della Verità!!! E questo presume che ci sia qualcuno che conosca la verità!!! 



Io rivolgo un pressante appello alla terra: faccio appello ai veri discepoli di Dio che vive e regna nei Cieli; faccio appello ai veri imitatori di Cristo fatto uomo, l'unico vero Salvatore degli uomini; faccio appello ai miei figli, ai miei veri devoti, coloro che mi si sono donati così che io possa condurli al mio divino Figlio, coloro che io porto come se fossero nelle mie braccia, coloro che hanno vissuto nel mio spirito. 

Infine, faccio appello agli apostoli degli ultimi tempi, i fedeli discepoli di Gesù Cristo che hanno vissuto nel disprezzo del mondo e di se stessi, in povertà e umiltà, in disprezzo e silenzio, in preghiera e mortificazione, in castità e in unione con Dio, in sofferenza e sconosciuti al mondo. E ora per loro di emergere e di venire ad illuminare la terra.

Qui dice che dopo aver sparso la Verità del vangelo questi fedeli figli di Dio, dovranno uscire allo scoperto e quindi rivelarsi. 

Andate, mostrate di essere i miei cari figli; io sono con voi ed in voi, perché la vostra fede sia la luce che vi illumina in questi tempi cattivi. Possa il vostro zelo rendervi famelici della gloria e dell'onore di Gesù Cristo. Combattete, figli della luce! Voi, i pochi che vedono a questo proposito, giacché il tempo dei tempi, la fine delle finì, è vicina.


In pratica sta dicendo che il tempo si avvicina, e che chi è di Cristo veramente dovrà portare con se la sua Gloria, cioè la Gloria di Dio.





31. La Chiesa sarà eclissata; il mondo sarà in costernazione. Ma ci sono Enoch ed Elia, pieni dello spirito di Dio; essi predicheranno con il potere di Dio, e gli uomini di buona volontà crederanno in Dio, e molte anime saranno confortate; essi faranno un grande progresso per virtù dello Spirito Santo e condanneranno gli errori diabolici dell'Anticristo.

Dopo che i figli di Cristo e della madre di Lui si saranno mostrati, usciranno allo scoperto anche i due vestiti di sacco, questi si celano in mezzo a costoro. Probabilmente Dio sta attendendo che qualcuno di questi non si sa chi sia esca allo scoperto forse per dar il segnale ad altri e il via alla questione.


32. Guai agli abitanti della terra! 


Questi sono i Guai descritti in apocalisse.


Ci saranno guerre sanguinose e carestie; pesti e malattie contagiose: ci saranno spaventosi acquazzoni e moria di animali; tuoni che demoliranno città; terremoti che inabisseranno paesi; voci saranno sentite nell'aria; gli uomini batteranno la testa contro il muro; essi invocheranno la morte, ma la morte costituirà il loro tormento; il sangue scorrerà da tutte le parti. Chi potrebbe farcela se Dio non accorcia il tempo della prova? 


Qui come ho sempre detto, Dio non tenta, ma mette alla prova...


Al sangue, alle lacrime, alle preghiere dei giusti. Dio diverrà meno severo; Enoch ed Elia verranno messi a morte; la Roma pagana sparirà; il fuoco del Cielo cadrà e consumerà tre città, tutto l'universo sarà colpito dalla paura, e molti si lasceranno sedurre, perché essi non adorano il vero Cristo vivente in mezzo a loro. E ora, il sole si sta oscurando; solo la fede sopravviverà.



Questa è proprio la descrizione dell'apocalisse, le due lampade verranno messe a morte, roma sparirà dalla faccia della terra e mai più sorgerà. Cadere fuoco significano meteoriti. 


e molti si lasceranno sedurre, perché essi non adorano il vero Cristo vivente in mezzo a loro. 


"Non adorano il vero Cristo, vivente in mezzo a loro," questa frase è molto significativa,  non significa in mezzo alla gente, ma nel loro spirito, cioè il popolo non crederà più che Dio, vive dentro di loro, che abita in loro.


E ora, il sole si sta oscurando; solo la fede sopravviverà.


Questo significa che il sole come stella sta pian pianino perdendo la sua luce, perchè si prepara ad altro.



33. Il tempo è vicino; l'abisso si sta aprendo. Ecco il re dei re delle tenebre. Ecco la bestia con i suoi sudditi, sedicente salvatrice del mondo. In orgoglio, egli si leverà verso il Cielo per andare su fino in Paradiso; ma egli sarà soffocato dal respiro di San Michele arcangelo. Egli cadrà, e la terra che per tre giorni sarà stata in continuo cambiamento aprirà il suo petto infiammato; egli sarà gettato per sempre con tutti i suoi seguaci negli eterni abissi dell'inferno.


l'abisso si apre per far uscire tutti i demoni sul mondo, il fatto che dica ecco il re dei re delle tenebre fa capire che colui che sale verso il paradiso non è l'anticristo ma satana stesso, che uscendo dall'abisso, si erge verso Dio, ma il Santo Arcangelo Mikael, lo farà precipitare e ci sarà per tre giorni di tenebra uno scontro e la terra si squarcerà il petto del mondo, cioè la zona centrale della terra. 


Allora, l'acqua e il fuoco purificheranno la terra e consumeranno le opere dell'orgoglio degli uomini, e ogni cosa sarà rinnovata. Dio sarà servito e glorificato ».


Quindi alla fine ci sarà un mega inondazione, e un grande fuoco distruggeranno tutto quello che è in opposizione a Dio.


Tratto dal libro "I segreti de La Salette" di Mons. Antonio Galli - Sugarco Edizioni



lunedì 22 maggio 2017

LE PROFEZIE DI SAN VINCENZO FERRERI


LE IMMAGINI PARLERANNO!
Perchè Dio dovrebbe far parlare una foto inanimata?



IL testo del link, ci parla dell'anticristo e degli eventi che devono esserci, al suo insediamento nel mondo, ma alcuni di questi per quanto siano spigati discretamente possono indurre errore, vediamo di capire cosa s'intendente con alcune espressioni. 



“Nei giorni di pace che dovranno venire dopo la desolazione delle rivoluzioni e delle guerre, prima della fine del mondo, i cristiani diventeranno talmente disinteressati alla loro religione che rifiuteranno di ricevere il Sacramento della Cresima, dicendo che è un Sacramento inutile; e quando verrà il falso profeta, il precursore dell’Anticristo, tutti quelli che non saranno cresimati apostateranno, mentre quelli che saranno cresimati rimarranno saldi nella loro fede, e solo in pochi rinnegheranno Cristo”

Ovviamente questa è una conseguenza alla campagna che fin d'ora il clero asservito a satana stanno portando avanti all'interno della chiesa, con la demolizione lenta e programmata delle istruzioni religiose e del culto sacro, trasformando il culto da cristiano a protestante. in questo testo si specifica che le cresime non vi saranno più a causa di un messaggio che verrà fatto passare come buono e fattibile, per cui l'uomo riterrà la fede una condizione non più necessaria. 


“Sarà un vero uomo [l’Anticristo; N.d.R.], ma talmente orgoglioso che non solo desidererà avere un completo dominio su tutto il mondo, ma esigerà persino di essere chiamato Dio e insisterà nel ricevere un’adorazione divina…

Ecco come ho sempre detto si mostrerà come un santo, fino a desiderare di essere adorato come un Dio. 

Ancora una volta l’Anticristo rivolgerà i suoi attacchi contro le persone semplici che sono tanto gradite a Dio, poiché i loro cuori si rivolgono a Lui in rettitudine d'intenzione. Si servirà della magia e produrrà apparizioni reali in apparenza che tuttavia non saranno altro che dei semplici trucchi. Farà scendere il fuoco dal cielo e farà parlare le immagini, perché i demoni potranno muovere le loro labbra…

…l’Anticristo compirà altri prodigi, grazie al potere dei demoni, e questi saranno veri miracoli secondo la natura delle cose in sé stesse, ma falsi secondo la definizione di miracolo. Perché egli farà sì che le immagini di bambini di un mese parlino. I seguaci dell’Anticristo interrogheranno queste statue di bambini, ed esse daranno risposte circa questo sovrano che è venuto negli ultimi tempi, affermando che egli è il salvatore. Il diavolo muoverà le loro labbra e produrrà le parole che essi pronunceranno quando dichiareranno che l’Anticristo è il vero salvatore del mondo; e in questo modo egli causerà la distruzione di molte anime.

…cercherà di sedurre i sapienti, come per esempio i maestri e i dottori della legge civile e canonica, che possono spiegare e afferrare le prove delle cose. L’Anticristo li stregherà, usando gli argomenti più sottili, i ragionamenti più convincenti, per far rimanere questi sapienti senza parole e incapaci di trovare risposte. Non è difficile comprendere come questo sia possibile, poiché il diavolo tiene già le loro anime nelle catene del peccato; perché quanto maggiore sarà la loro sapienza tanto più gravata sarà la loro coscienza se non la seguono…

Userà i demoni ad esso asserviti, per fingere dei miracoli, che saranno realmente tali, ma che come è scritto non posso adombrare la potenza di Dio, non potrà agire su chi è saldo in Cristo, ma come è scritto porrà a morte molti, e come si dice, qui sta la costanza e le fede dei santi, userà il potere dei demoni, per agire in mille modi per mostrarsi come un vero Dio, farà scendere il fuoco dal cielo, farà parlare le immagini e animerà le statue come iscritto in apocalisse. Interessante la precisazione sulle immagini di bambini di un mese di vita, per far capire che agirà sulla psiche dell'uomo e produrrà effetti allucinativi, per cui molti crederanno di parlare con i loro figli, vivi o morti, per indurre molti, ad accettare la sua sovranità. ma ricordiamoci che tra queste immagini di bambini piccoli,ci sono anche le statuette dei vari Bambin Gesù, che potranno parlare facendo credere a molti, che chi parla loro sia Gesù stesso. Chi sono i seguaci dell'anticristo? Si capisce a chi è riferito, sono gli stessi preti che saranno passati dalla sua parte, che agiranno durante le messe, e innanzi ai fedeli mostreranno il potere di questo falso sovrano, interrogando le immagini e le statue di bambini facendole passare, come eventi miracolosi. E come dice in apocalisse il mondo preso d'ammirazione andrà dietro alla bestia. Ovviamente seducendo il mondo dei sapienti, dei maestri, e dei dottori della legge canonica quindi dei teologi, i quali con abilità potranno spiegare le cose che la gente non comprenderà. Dice anche che l'anticristo ha già stregato costoro, per mezzo del loro stesso peccato, perchè esso è il più astuto di tutti, e gira i discorsi in modo tale da lasciar costoro senza risposte, ciò significa che mescolerà abilmente il bene con il male, e troverà inciampo in loro, perchè essi basano la loro sapienza non nello Spirito Santo ma nella conoscenza umana. Quindi più cresce l'orgoglio di sentirsi qualcuno, e diminuisce l'umiltà.


Il rimedio per questo stato di schiavitù è la fede che segue la semplice obbedienza e non le argomentazioni o i ragionamenti. Le argomentazioni possono essere buone per rafforzare l’intelligenza ma non sono il vero fondamento della fede. Coloro la cui fede poggia sulla ragione la perderanno quando sentiranno i ragionamenti capziosi dell’Anticristo. Quelli che al contrario si affidano a una fede fondata sull'obbedienza risponderanno: «Via da me con i tuoi argomenti! Questi ragionamenti non sono il fondamento della mia fede».

I signori temporali e i prelati ecclesiastici, per paura di perdere il loro potere o la loro posizione, saranno dalla sua parte, perché non ci saranno né re né prelati senza che egli lo voglia”.

Qui  c'è da capire a chi si riferisce con il termine obbedienza, ovviamente in quei tempi, nessuno prelato sarà papa, visto che il vero papa forse non ci sarà più, e se ci sarà, sarà messo in silenzio, per cui l'obbedienza è riferita a Cristo stesso, cioè essere obbedienti alla parola di Cristo fare la parola di Cristo essere ad esso, asserviti, e rimanere all'interno della sua parola, rispettare il sacro Vangelo e quanto Cristo predicava, questo è il senso dell'obbedienza, visto che tutto il clero sarà asservito all'anticristo e come dice non ci sarà nessuno più dell'anticristo. Per semplice obbedienza s'intende l'applicazione della parola di Cristo così come la diede in origine agli apostoli, senza tutto quello che il clero ha scritto su di essa fin a quel momento, cioè il puro vangelo. "i ragionamenti capziosi dell’Anticristo."  cioè melliflui, viscidi, sottili, maligni, come pure sagaci. Ovviamente chi ha vera fede e si appoggia veramente con certezza a Cristo, conoscendo la sua  vera parola, e illuminati dallo Spirito Santo potrà rifiutare le sue parole che ammaliano i sapienti, ma terrorizzano i piccoli, che però anch'essi potranno cadere nella sua rete. 

Il fondamento della fede sta nel credo in Cristo, altro non c'è, perchè lo si capisce dal ladrone sulla croce che venne salvato solo per aver creduto che Gesù era Dio, non perchè avesse chissà quali conoscenze dogmatiche o chissà quale conoscenza della parola di Cristo. 

Molti santi in ogni tempo guardavano spesso agli altri, non guardavano mai a se stessi, non si prendevano mai in mezzo, anche questo S.Vincenzo Ferrer, dimostra la stessa cosa, con il suo parlare, critica gli altri ma non guarda se stesso, vi chiederete perchè muovo questa critica. Tutto il suo discorso è giusto in tutto, salvo un piccolo particolare, intanto vediamo di capire chi è, e come nasce questo grande santo del passato.

"Vicente Ferrer nacque a Valencia, in Spagna, nel 1350.

Iniziò i suoi studi classici all'età di 8 anni, e quelli di teologia a 14 anni. Qualche anno più tardi entrò nell'ordine domenicano e ricevette l’abito nel 1367 a 17 anni.

Fu un dotto insegnante di teologia e filosofia a Lérida e a Valencia, autore di un trattato di vita spirituale molto apprezzato nel suo Ordine....."


Faccio notare una cosa, anche questo santo, fu uno studioso di sacre scritture, come riportato nell'articolo. Già fin da bambino aveva in se il senso di Dio, e la conoscenza per comprendere i divini misteri, questo però non fece desistere dall'apprendere la teologia e la filosofia, poteva anche accontentarsi della sapienza infusa che lo Spirito Santo gli dava, invece pure lui, studiò; questo significa che anche lui ragionò molto con la sua mente, per arrivare a comprendere i misteri di Dio, quindi quanto afferma è giusto ma al tempo stesso non lo è. Egli infatti dice in questa frase: 

"Le argomentazioni possono essere buone per rafforzare l’intelligenza ma non sono il vero fondamento della fede. "  

Il Ferrer, muove questa obbiezione senza tener presente che pure lui, fu studioso, di teologia e filosofia da questi suoi studi esso ottenne la sua conoscenza per poter poi scrivere un trattato e poter essere anche un ottimo oratore, e successivamente un grande santo, ma al tempo stesso non si accorge che il suo parlare lo rivolge solo verso il prossimo senza tener presente che lui stesso usa quel metro, che fu appunto lo studio che gli permise, di essere colui che poi divenne.

Gesù si lagnava con gli apostoli perchè essi non comprendevano le sue parole, il motivo era semplice mancavano di quella intelligenza e di quella sapienza proprie dello spirito Santo, per cui non potevano oggettivamente comprendere, anche se Gesù gli donava lo Spirito Santo, ancora più esemplare è il passo quando Pietro riconosce in Gesù che lui è l'unto del Signore, ed infatti Gesù cosa gli risponde: non da te viene questa parola ma dal Padre Mio che te lì ha data, riconoscendo che l'apostoli non aveva le capacità mentali per comprendere quanto esso disse, quindi avevano poca intelligenza, o poca conoscenza o poca sapienza.
Questo ci fa capire che non basta la sola fede, c'è bisogno anche di una buona intelligenza per poter comprendere a fondo il vero e profondo senso della parola che lo Spirito Santo ti rivela o che è racchiusa nella sacra scrittura, ma sempre con molta umiltà, ecco potremo dire che la base fondamentale è proprio questa, l'umiltà. In questo caso il Ferrer dice che l'intelligenza non è sufficiente per comprendere i fondamenti della fede, se fosse vero quanto afferma Dio non sarebbe intelligente, invece è tutto il contrario, proprio per il fatto che Dio è il più intelligente in assoluto che ha in se il fondamento che è la fede, perchè è esso il Fondamento. Infatti lo dimostriamo con un bambino, quanto può un bambino normale che non ha in se lo spirito Santo, capire le parole del Signore? Se non è un bambino particolarmente intelligente esso non comprenderà. Se prendiamo un bambino ritardato quanto può comprendere, in base al suo ritardo, così è tutto in proporzione alla capacità mentali di ognuno, non si può dire che l'intelligenza non serva, perchè se Ferrer non fosse stato intelligente non sarebbe mai riuscito ad essere quello che era fin da 4 anni di età, anche se per lui l'aiuto era di natura soprannaturale, ma consideriamo che esso avesse una buona intelligenza, perchè senza la quale non avrebbe potuto comprendere i misteri di Dio. Quindi l'intelligenza è utile per capire, ma senza la fede rimani un essere intelligente ma non spiritualmente elevato. Cioè puoi anche essere un grande genio, ma se non hai lo Spirito Santo che potenzia la tua intelligenza e ti mostra i fondamenti della fede non sei nessuno.



 Dio dice all'uomo:
" Io rendo un ignorante sapiente e un sapiente lo rendo umile"


In questo sta la grandezza di Dio.

COME RICONOSCEREMO L'ANTICRISTO?

Sarà molto intelligente ma mancherà di umiltà.

Perchè più cresce la sua intelligenza più cresce la sua arroganza.