martedì 11 febbraio 2014

IL DESTINO STA INNANZI A DIO.

IL  DESTINO STA INNANZI A DIO.

In quasi tutti i passi biblici, i vangeli e di moltissime profezie, il Signore da, e mostra all'uomo due aspetti, uno positivo e uno negativo, cioè mostra due possibilità, nel senso positivo dichiarando la sua volontà di ciò che ha intenzione di fare, poi nel senso negativo, ammonisce e prevede.

Ma finché è da annunciare una cosa positiva tutti gli uomini sono ben felici, il problema per noi umani sorge quando ci ammonisce e preannuncia eventi non piacevoli, lo ha fatto con gli ebrei  e con altri popoli in tutti i tempi, fin dall'inizio della creazione.  In ciò Dio dimostra due aspetti la prudenza e la chiaroveggenza. (meglio dire vedere il futuro) a Dio gli è sempre innanzi il futuro, egli osserva sempre continuamente il futuro sia della terra, che dell’universo un futuro prossimo come lontanissimo, lo osserva per noi in anticipo sia per comunicarci gli eventi che possono avvenire, che per modificarli in un determinato tempo, intervenendo personalmente.

Quindi Dio nel suo parlare a noi, fa si, che da un lato premette a noi delle cose,  ma dall'altro ci avverte del futuro, cosa ci aspetta se non facciamo nulla per modificarlo,  quindi ci ammonisce avvertendoci del pericolo che sopraggiungerà. Noi umani riteniamo sempre che il futuro e il destino ce lo costruiamo noi, e che nessuno può anticiparlo, questo non è vero perché la tecnologia che Dio ha, a disposizione è tale che egli non solo vede in ogni istante il futuro sia del singolo che di tutta l’umanità intera, ma anche può interferire in esso quando lo desidera, modificandone il percorso. Infatti in diverse profezie anche recenti, il Signore fa capire che noi abbiamo la possibilità di cambiare il corso delle cose che ci prospetta al massimo due variabili del tempo in cui arriveremo in un certo momento. Perché egli sa che in quel dato momento, di quel dato tempo, egli può variare il corso della nostra storia; il problema è che egli sa anche che spesso l’uomo non ascolta il suo parlare e va avanti nel mondo, come una capra, senza testa, senza meditare il suo futuro, cosa sia bene o non bene fare. Per cui egli quello che preannuncia lo dice perché sa già in anticipo vedendolo nel nostro futuro prossimo o remoto, ciò che faremo e dove andremo. Il suo tentativo di ammonirci ha uno scopo ben preciso di tentare di modificare quel tempo che deve venire, però evita di dirci quando esso si compirà, perché così Egli ha lo spazio per modificare il tempo, per evitare a noi la distruzione del nostro mondo, sia per mezzo nostro, sia per mezzo di eventi non umani.  L’azione di Dio è di comunicare a noi il suo pensiero e quanto Egli ha intenzione di dare a noi concretamente, ma anche di ammonirci prevedendo  il destino, non modificandolo o predeterminandolo perché vede quello che ognuno di noi farà nel futuro nostro. Però essendo Esso, un entità capace di modificare il tempo presente o che si sta per determinare, può preparare una modifica al tempo di un determinato presente, affinché Egli crei in quel determinato tempo presente che sarà futuro, un evento o un soggetto che potrà modificare quel tempo, che sarà poi un futuro nuovo, quindi una prospettiva diversa dal percorso naturale del futuro che Dio conosce già.  




 Quindi Egli non vuole modificare il nostro destino ma semplicemente lo vede, lo osserva, come un osservatore esterno, come un soggetto che ha innanzi a se un film del futuro dell’universo e di ogni suo componete, essendo Egli stesso che ha determinato tutto ciò in origine, può intervenire nel corso della storia modificando questo percorso, che alle volte potrebbe essere nefasto per l’umanità. Per cui il non seguire il Suo consiglio, porterà inevitabilmente l’umanità a realizzare quanto egli ha visto nel futuro nostro, mentre Dio vorrebbe che noi umani procedessimo in modo lieto il nostro cammino verso un futuro migliore di quello attuale,ma se l’umanità non comprende e rimane cieca, sorda e muta ovviamente quanto ha predetto si concretizzerà, Egli è un Dio buono, amorevole, libero, che ama essere libero, per tanto ama che noi siamo liberi, ma liberi di stare con lui o contro di lui, non liberi quando nascere o quando morire, non  liberi di dove essere destinati oltre la morte terrena.

Liberi di stare con lui o contro di lui è una libertà più ampia di quella che pensiamo noi, si perché in realtà il fare il bene o il male occupa tutto il nostro essere, come ho già detto in altro documento…  non siamo liberi di gestire il nostro reale presente, siamo liberi di gestire se porci con satana o con Dio.
Quindi il suo parlare biblico è rivolto al grande pubblico ed eccezionalmente a qualche personaggio noto del grande pubblico del mondo, ma del resto dell’umanità anche del piccolo non si cita, non ci viene resa nota, in realtà Dio, avrebbe dovuto scrivere per tutti gli abitanti della terra dall'inizio della sua creazione e questo non è possibile, soprattutto perché gli scriventi siamo sempre noi, per cui , solo chi in qualche modo può modificare il corso della storia, viene interessato personalmente, altrimenti il discorso rimane generale per tutti.  Gli altri,  i singoli, hanno il loro percorso, ma dato che tutti viviamo nello stesso mondo, è inutile specificare per ognuno quando il messaggio generale vale per ognuno e per tutti.

 Di conseguenza noi non cercando di modificare nulla, andiamo in contro al nostro destino.  Dio sa che quel destino preannunciato si concretizzerà, perché l’umanità vuole far da se …. e perché non basta che una società tenti di modificarlo, di portare il mondo dove quella determinata società vuole, perché non è così. Dio ha visto il futuro di tutti prima e ancora della Carboneria, della Massoneria, degli Illuminati, dei satanisti, della chiesa, degli stati, ecc, sa esattamente cosa questi soggetti, hanno fatto e  faranno, quindi che non stiano tanto  darsi pena, perché tanto se Egli vuole, modifica il futuro visto in precedenza, perché il futuro visto nel suo passato è sempre il futuro del nostro presente.  Quindi anche se ci lascia fare, per un certo percorso; ma tranquilli che quando meno ve lo aspettate egli cambia tutto. E il vostro seguire le vostre smanie di dominio sul mondo, svaniranno. E tutti i piani saltano.  

Una cosa, Satana non ha la capacità di vedere e di disporre del futuro, ne di modificalo, quanto egli vi dice  sul vostro futuro, non è verità, ma continua a scimmiottarvi tutti. Conosce un futuro breve a poca distanza di tempo. Non conosce nemmeno il suo futuro remoto, conosce solo quello predetto dalla decisione di Dio nella sacra scrittura, ma altro non sa. Vi può promettere ricchezze presenti ma non future, può fare guarigioni ma esse durano poco tempo.

Noi umani diciamo che ogni nostro pensiero e azione(parole, scritti, ecc), modifica il nostro presente, e che quindi, non può esistere secondo il nostro pensiero qualcosa che possa interferire nel presente con il nostro futuro; ma questo non è vero, per il semplice fatto che ciò è astrazione teorica della mostra volontà del sperare che ciò che pensiamo sia così come lo desideriamo. In realtà noi non possediamo i mezzi tecnologici per poter stabilire con la scienza, con la logica, ne con la ragione, questo futuro che ci illudiamo sia come pensiamo, cioè non determinato e non ancora generato. Quindi noi non possiamo tecnologicamente dimostrare nulla di ciò che affermiamo. Però la bibbia e molte altre profezie distruggono questa nostra certezza che il destino non sia stato già determinato o che non sia stato già visto; infatti, molte profezie si sono già manifestate e queste creano i problemi che la scienza tenta di spiegare, spiegazione che tecnologicamente non può darsi, perché siamo limitati e non conosciamo come si possa vedere il futuro, ne calcolarlo o prevederlo; per tanto l’autenticità della sacra scrittura sta proprio in questo, che essa predetermina il futuro, ciò che in essa è scritto, quello si compirà, come è sempre stato.


Chi afferma che la sacra scrittura è falsa, non sa quello che dice.

devo specificare altro..... abbiate pazienza che finisco ...



Creazione e il futuro.

La grande e luce che arriva a noi da miliardi di anni luce in dietro nel tempo, sapete cos'è?
È la fabbrica nella quale Dio e suoi miliardi e miliardi di angeli costruivano l’universo, in quella enorme luce, si nascondeva il primo universo. Poi da lì inizio l’espansione di questo iniziale universo determinato e costruito da Dio, verso l’ignoto sconfinato, si perché dato che Dio è infinito per sua stessa volontà anche l’universo doveva essere infinito, per cui senza alcun confine. Durante la creazione del primo universo, creato inizialmente nella zona dell’invisibile, quindi esso era invisibile, l’esplosione luminosa che arriva noi da tempi oscuri, immemorabili, remoti è generata dalla creazione delle materia, che mediante la volontà cioè il verbo di Dio si è determinata, praticamente l’universo invisibile si è materializzato ma non con un esplosione di natura distruttiva come crediamo noi, ma bensì con un esplosione di sola luce, un emissione di energia sotto forma di luce che ha trasformato, cioè tramutato gli elementi dello spazio invisibile in elementi dello spazio visibile, cioè materia,  una trasformazione senza distruzione, come una pupa che diventa farfalla, muta solo il suo aspetto, in ciò che esiste e ha iniziato la sua espansione verso il suo futuro che non è stato predeterminato, ma ha iniziato in quel momento a determinarminarsi, come un rotolo che si srotola, man mano che esso si espandeva, verso il suo prossimo esterno, come una bolla che si dilata.

Nella Sua creazione Dio ha determinato tutta la legge fisica dell’universo che doveva mutare dall'invisibile in  visibile-materia; per generare questa trasformazione, ha usato una fonte di energia propria a se stesso di natura a noi sconosciuta. Oggi noi conosciamo la possibilità di trasformare certi elementi chimici in altri elementi chimici, senza che questi subiscano una trasformazione per distruzione di altri …. Il concetto è analogo.  Le leggi fisiche che sostengono l’universo sono state create cosi perfettamente che esse sono perfettamente equilibrate, le quali possono benissimo funzionare da sole, senza un apparente intervento, se non che, dato che il suo costruttore è Dio stesso, deve controllare la dinamica dei corpi dell’universo per far si, che la sua colossale macchina continui a funzionare fintanto che  Egli lo vuole. Dio determinò solo una progressiva espansione dello stesso, cioè da l'impulso; mentre il futuro dello stesso, viene lasciato alla sua causalità. Ma Dio, vedendo il moto dei corpi celesti fin alla fine del tempo, prima ancora che si determini, esso poté e può intervenire nel tempo, passato ormai, presente che in realtà è sempre un futuro che è già passato e nel futuro anche remoto, che non si è ancora determinato, per cambiare il percorso dei quel futuro remoto. Infatti ogni intervento programmato che cambia il futuro, determina un cambiamento generale anche minimo, di quello che è la stabilità dell’intero universo. Per cui gli interventi se vengono fatti servono per impedire prima di tutto la distruzione degli esseri viventi in questo universo, al quale Dio tiene più ogni altra cosa, alla vita di questi esseri. Egli ci avverte del futuro ai cui noi andiamo incontro, preannunciandoci gli eventi onde evitare a noi, la nostra stessa distruzione o eventi catastrofici, quali meteoriti, ecc. Naturalmente egli dice nella Bibbia che se noi gli dovremo credere dimostrandoglielo, non solo dire ti crediamo e dopo facciamo quello che ci pare, ovviamente egli visto che conosce già il nostro destino e futuro di ognuno, di  tutti e dell’universo, dice a noi datemi prova che mi credete, così io potrò intervenire per evitarvi i danni peggiori. Dopo tutto, ha pure ragione, chi fa tutto ciò, per non avere neppure un minimo di attenzione? Nessuno! Per cui giustamente egli vuole solo un minimo di attenzione.  Altrimenti Lui lascia che gli eventi anche più nefasti si concretizzino. Però essendo Esso, un Dio buono, un Dio amorevole, un Dio soccorrevole, ecc, fa il possibile di intervenire ugualmente senza che noi ce ne accorgiamo, infatti molto spesso nella nostra esistenza anche di singoli lontani da Lui, noi senza accorge abbiamo la sua assistenza. Ma il messaggio dato generale per tutti rimane tale, se noi non correggiamo certi nostri atteggiamenti contrari a Lui, in maniera onesta e non ipocrita, ecco che interviene nelle grandi cose, altrimenti lascia che la storia gai conosciuta da lui fin dall'origine si compia, anche se questa per Lui può essere dolorosa.  Quindi come si vede Dio ci lascia liberi di fare quello che ci pare, nella nostra microscopica logica, crediamo di esseri liberi, (lo siamo anche)ma in realtà Egli già conosce tutto di noi( pensieri, opere, parole), sa esattamente tutto ciò che ognuno di noi, farà verso il futuro, presente.

Un esempio semplice per  chi non ha capito …

Dio prima della nascita di ogni uomo, ci conosceva già, perché vede nel futuro, fino all'infinito … quindi sa tutto di noi, il giorno in cui nasciamo, il giorno in cui moriamo, il giorno in cui  ci sposeremo, li peccati che faremo, e tutte le nostre vicende, è facile per Lui dire, Papa Gregorio nascerà x tempo, oppure GPII gli spareranno, oppure Kennedy …. , Vivaldi sarà un grande musicista … Ecc  per cui sapendo prima del tempo di ogni tempo chi vivrà e cosa faremo, Egli può influenzare quel tempo, anche modificandolo, anche trovando in esso dei soggetti che egli prende per suoi emissari, profeti, discepoli, apostoli ecc …

La nascita di Gesù Suo Figlio è stata voluta all'origine, in un determinato frangente di tempo, la quale ha generato una tale modifica del tempo presente e passato, che tutto l'universo di adattato a questa modifica, modificando il presente di quel momento, alla sua nascita. Quindi il futuro del mondo così come stava procedendo non ci sarà più, perchè Dio lo ha cambiato.


..........

su Facebook qualche domanda:

Eremita del Deserto Dio ha cambiato il futuro? Quindi gli eventi descritti in apocalisse sono diversi e non è più affidabile?
27 minuti fa · Mi piace

Boanerges Yhwhnn No, hai sbagliato, anzi quelli descritti in apocalisse sono quelli che saranno determinati nel momento in cui si creeranno....il cambiamento avviene nel momento in cui si determinano nel futuro. Poi quelli dell'apocalisse sono eventi non cambiati sono eventi che Dio ha visto, nel nostro futuro e li ha preannunciati.
Il cambiamento è avvenuto con Gesù. .... anche la sua venuta è stata preannunciata...ma come un evento di cambiamento.

Boanerges Yhwhnn Io ho detto che Dio può mutare il futuro quando lui vuole. Naturalmente non lo fa sempre; spesso descrive a noi il futuro, perchè Lui vorrebbe che noi potessi in qualche modo evitarlo, ma evitiamo, solo se noi gli crediamo, allora interverrà per mutarlo, ma se ciò non avviene il futuro rimane quello predetto.

Eremita del deserto: Mi riferivo all'ultima frase in cui hai scritto che il futuro è stato cambiato.

Boanerges: è vero, ma infatti l'apocalisse viene dopo Gesù, è stata scritta da Giovanni in tempo seguente, quindi entra nella stessa logica.

Faccio un esempio, la Vergine Maria in una nota profezia famosa disse, che se l'uomo non cambia il suo modo di comportarsi e il suo credere avrà due possibilità di scelta, una continuare sulla strada iniziale, e una variante. Questo fa capire che Dio può mutare il futuro prossimo , quando egli vuole , specialmente in concomitanza di gravi eventi.

Pur sapendo tutto di noi, in anticipo, Egli ci lascia liberi di farci del male...proprio in virtù di quella promessa di libertà che ci ha fatto. Di conseguenza se noi ci affidiamo a lui e gli crediamo, egli ci proteggerà, ma se non gli crediamo, nulla potrà fare, perchè noi non gli diamo il nostro consenso, in un certo senso.